[section]

[row]

[col span=”8″ span__sm=”12″]

Incontriamo uno dei monumenti più importanti e, allo stesso tempo, imponenti della città: il Sacrario di Cristo Re.

Offre un panorama spettacolare con la maestosa cupola e la vista sullo Stretto, vista data dalla sua particolare posizione geografica nella quale è collocato Sorge sul viale Principe Umberto che diventa spesso meta turistica importante, ma è anche un luogo culto per i messinesi che si incontrano durante le uscite serali.
Il tempio sorge proprio sul luogo in cui si trovava  il castello Rocca Guelfonia ed è stato realizzato nel 1937 dall’Ingegnere Francesco Barbaro, come sepolcro monumentale dei Caduti.

Il Sacrario, a pianta centrica, è costituito da una cupola segnata da 8 costoloni e da una cornice in cui sono collocate delle statue bronzee raffiguranti le virtù cardinali e teologali.

Il Tempio al suo interno è composto dalla Chiesa Inferiore e Superiore. Nella prima  sono custoditi i resti di 110 caduti della prima guerra mondiale e di 1.288 caduti della seconda guerra mondiale.

Accanto al tempio, lungo la via principale, si può ammirare quello che rimane della torre ottagonale dell’antico castello in cima alla quale fu collocata una campana di 130 quintali, fusa con il bronzo dei cannoni sottratti ai nemici durante la I Guerra Mondiale.

Il Sacrario di Cristo Re è rimasto negli anni un luogo particolarmente denso di emozione e grande significato in quanto conserva ancora l’importante storia delle guerre che hanno sconvolto l’intera umanità.

 

[/col]
[col span=”4″ span__sm=”12″]

[ux_sidebar]

[/col]

[/row]

[/section]