fbpx
Cosa
  • Appartamenti
  • Area di sosta Camper
  • Arte e Cultura
  • Bed & Breakfast
  • Bevande
  • Borghi
  • Caseificio
  • Castelli
  • Chiese e Monasteri
  • Divertimenti
  • Guide Turistiche
  • Hotel e Bed & Breakfast
  • Laghi
  • Mercatini e Mercati Storici
  • Monumenti
  • Museo
  • Natura
  • Negozio di specialità alimentari
  • Palazzi storici
  • Parchi Archeologici
  • Parchi e Riserve
  • Pesce
  • Piazze e Vie Storiche
  • Pinserie
  • Pizzerie
  • Pub
  • Rifugio
  • Ristoranti
  • Shop
  • Spiagge
  • Sushi
  • Teatri
  • Tours
  • Trekking trails
Dove
image

Sbarcatore dei Turchi si chiama così perché una volta in quest’area, i pirati saraceni erano soliti fare le loro incursioni. I saraceni erano più comunemente conosciuti come “Turchi”.

I saraceni desideravano da sempre invadere Augusta e tra i numerosi tentativi, in particolare se ne ricordano due.

La prima delle due fa riferimento al luglio del 1551, quando il frate eremita Paolo Serra, il quale viveva presso ciò che oggi è conosciuta come Punta Serpaolo, vide sbarcare una nave saracena un centinaio di pirati a bordo.

Sii mise a suonare una campana per avvisare la popolazione locale, ma venne comunque ucciso dai pirati.

La seconda riguarda il maggio del 1594, quando si racconta che i saraceni sbarcarono ad Augusta e apparve San Domenico dal cielo su di un cavallo, il quale co una spada, si diresse minacciosamente verso i saraceni.

Furono talmente terrorizzati che scapparono via.

Ciò che resta oggi è una splendida, “segreta” spiaggia, fatta di acque cristalline, rocce e una zona tranquilla da esplorare via terra e via mare.

si chiama così perché una volta in quest’area, i pirati saraceni erano soliti fare le loro incursioni. I saraceni erano più comunemente conosciuti come “Turchi”.

I saraceni desideravano da sempre invadere Augusta e tra i numerosi tentativi, in particolare se ne ricordano due.
La prima delle due fa riferimento al luglio del 1551, quando il frate eremita Paolo Serra, il quale viveva presso ciò che oggi è conosciuta come Punta Serpaolo, vide sbarcare una nave saracena un centinaio di pirati a bordo.

Sii mise a suonare una campana per avvisare la popolazione locale, ma venne comunque ucciso dai pirati.
La seconda riguarda il maggio del 1594, quando si racconta che i saraceni sbarcarono ad Augusta e apparve San Domenico dal cielo su di un cavallo, il quale co una spada, si diresse minacciosamente verso i saraceni.
Furono talmente terrorizzati che scapparono via.

Ciò che resta oggi è una splendida, “segreta” spiaggia, fatta di acque cristalline, rocce e una zona tranquilla da esplorare via terra e via mare.

Scrivi una recensione

Cleanliness

Service

Ambience

Price

Browse

Your review is recommended to be at least 140 characters long

image

Luglio, 2022

5

martedì

Giorno Libero

August 26,2019

  • Martedì
  • 9:00am - 10:00am
  • Selenia Torrisi
Appointment confirmation email will be sent upon approval.

Awesome Job!

We have received your appointment and will send you a confirmation to your provided email upon approval.

image

X