Si narra che il nome “Cala Rossa” faccia riferimento alla cruenta battaglia delle isole Egadi, primo sanguinoso atto della prima Guerra Punica datato 241 a.C., che vide la vittoria dei Romani sui Cartaginesi.

In quell’occasione, il sangue dei defunti arrivò a lambire le coste di Favignana, in particolare Cala Rossa.

Situata nella parte nord-orientale, è sicuramente tra le spiagge più belle di Favignana. La baia è costituita da rocce di calcarenite e si apre su un mare così azzurro e limpido, da dare vita al fenomeno delle “barche fluttuanti”.

La baia può essere raggiunta fino ad un tratto in bici o con degli scooter, ma poi occorre proseguire a piedi: sono solo 10 minuti di cammino. Si tratta di una spiaggia fatta di rocce e scogli piatti su cui è possibile sedersi e rilassarsi godendosi il meraviglioso panorama, in cui è possibile ammirare le vecchie cave di tufo.